Infezioni da herpes simplex, patologie che spesso colpiscono l’apparato genitale

Che cosa sono le infezioni da herpes simplex, come mai insorgono, quali sono i sintomi e i trattamenti.

Infezioni da herpes simplex

Infezioni da herpes simplex sono delle patologie di natura infettiva che vengono causate proprio dalla diffusione di tale virus, che vanno a colpire principalmente la cute e le mucose che si trovano nella zona facciale oppure in quella genitale.

Le due tipologie di herpes sono denominate HSV I e HSV II.

Nel primo caso si tratta della forma certamente più diffusa e conosciuta, che è in grado di provocare la formazione di tutta una serie di vescicole al cui interno troviamo liquido limpido, che prendono anche il nome di febbri. Quando insorgono sulle labbra si parla di herpes labiale.

Queste vescicole possono insorgere anche nell’area genitale, in cui possono senz’altro essere la causa di dolore e tanti altri fastidi, che in tanti casi possono durare anche oltre la guarigione. In questi ultimi casi si fa riferimento all’herpes genitale, la seconda forma delle infezioni da herpes simplex. Bisogna mettere in evidenza come in entrambi i casi si tratta di forme che vengono trasmesse mediante il contatto fisico diretto oppure tramite un rapporto sessuale.

Quali sono i principali sintomi delle infezioni da herpes simplex

Infezioni da herpes simplex sintomi

Le infezioni da herpes simplex, nella maggior parte dei casi, si caratterizzano per insorgere sulla pelle o sulle mucose con delle tipiche vescicole. Per quanto riguarda l’herpes genitale, il sintomo che si rinviene con la maggiore frequenza è indubbiamente rappresentato dalla formazione di bollicine di ridotte dimensioni dalla colorazione tipicamente biancastra, in modo particolare nella zona genitale.

Nelle persone di sesso maschile tali vescicole possono svilupparsi anche direttamente sull’organo riproduttivo, così come sullo scroto e nei pressi dell’ano, mentre nelle persone di sesso femminile possono crescere nella parte basale e in quella intera della vagina, così come possono diffondersi sulle piccole e grandi labbra, ma anche attaccare il clitoride e l’area che si trova tutto intorno all’ano.

Per quanto concerne l’herpes labiale, invece, le vescicole vanno ad aggredire in modo particolare il volto, le labbra, le narici, le guance e la parte interna della bocca.

Nella maggior parte dei casi tali vescicole sono in grado di causare bruciore, prurito o formicolio. In molti casi è facile confondere questo disturbo con le afte, ovvero delle bollicine di ridotte dimensioni che non sono contagiose e che possono svilupparsi all’interno della bocca così come sulla lingua per un gran numero di problematiche, come ad esempio stress o ansia, ma anche intolleranze alimentari, un consumo eccessivo di bevande alcoliche, un consumo eccessivo e sregolato di farmaci, ma anche delle ferite che vengono provocate andando a masticare per errore la mucosa.

Quali sono i trattamenti più diffusi

Infezioni da herpes simplex cure

Bisogna certamente mettere in evidenza come non ci sia alcun tipo di farmaco che possa permettere l’eliminazione definitiva del virus dell’Herpes Simplex, anche se ci sono diversi medicinali che possono agire in maniera attiva contro queste tipologie di virus. Il trattamento più adeguato è certamente quello che prevede di conservare la migliore efficienza del sistema immunitario, associando un’alimentazione ed un’attività sportiva corrette.

La cura di questa problematica deve avvenire sempre in modo immediato, per fare in modo che i prodromi non possano peggiorare. Tra i farmaci maggiormente impiegati per la cura di tale virus troviamo certamente Aciclovir, visto che si tratta di un inibitore della sintesi del DNA di vari virus erpetici.

Per questo motivo la somministrazione di Aciclovir viene utilizzato spesso per il trattamento delle infezioni che vanno a colpire la pelle e le mucose che derivano da Herpes Simplex labiale. Tale crema deve essere applicato nella zona colpita dal virus almeno cinque volte ogni giorno per circa quattro giorni. In alternativa ci sono anche le compresse, da assumere ogni quattro ore per bocca per una decina di giorni, in base chiaramente alla prescrizione del medico.

Un altro farmaco molto diffuso

Penciclovir, ovvero una crema che si deve applicare direttamente sulla zona che è stata colpita dall’infezione ogni due ore per circa quattro giorni. Tra i vari farmaci maggiormente impiegati troviamo certamente l’Idoxurina, un medicinale antivirale che riesce a svolgere un’azione benefica ed efficace per l’inibizione della replicazione di virus a DNA. In alcuni casi, si consiglia, oltre a seguire una dieta leggera e bere molta acqua ogni giorno, di applicare a livello locale dei farmaci analgesici, come ad esempio i FANS.

In quest’ultimo caso uno dei medicinali maggiormente impiegati è la Benzidamina, che è specifica per la forma intraorale, visto che bisogna effettuare dei risciacqui per svolgere un’attività analgesica topica. Nella maggior parte dei casi vengono indicati almeno cinque sciacqui da 5 ml, che si devono eseguire ogni due ore e sempre prima di mangiare.

Quali sono le cause delle infezioni da herpes simplex

Infezioni da herpes simplex cause

Nella maggior parte dei casi l’infezione che deriva da questo tipo di herpes è legata a degli stress e a degli stati emozionali particolarmente intensi che possono attaccare corpo o mente. Durante questi periodi, quindi, tali soggetti sono maggiormente a rischio di contrarre non solo l’herpes labiale, ma anche rispetto a tante altre patologie, come ad esempio la febbre oppure un semplice raffreddore.

Lo stress, da qualsiasi causa deriva, va a rendere decisamente più debole le difese immunitarie del corpo umano. Dopo che i pazienti sono stati colpiti dall’herpes labiale i virus che vanno a causare tale patologia possono intrufolarsi all’interno delle terminazioni nervose in cui possono restare del tutto inermi, senza provocare alcun tipo di sintomo. In alcuni casi l’infezione può insorgere nuovamente per colpa di uno stress fisico o mentale particolarmente intenso, ma anche per via di un’indigestione, di una troppa prolungata esposizione ai raggi del sole.

Alcuni Casi

In alcuni casi, anche delle modifiche ormonali correlate con la gravidanza oppure con il ciclo mestruale possono rendere più semplice lo sviluppo e l’attività degli herpes virus. In alcune occasioni può esserci anche la diffusione del virus ad altre zone del corpo, come ad esempio gli occhi piuttosto che gli organi genitali, anche se ci sono pochissime probabilità che raggiunga tali aree.

Ad esempio, le probabilità che l’infezione che deriva dall’herpes simplex possa raggiungere la zona genitale sono molto basse all’interno di una doccia usando l’acqua come mezzo di trasmissione. Per questa ragione ci sono pochissime probabilità che l’infezione si verifichi mediante l’impiego comune di cose che siano state contaminate, come ad esempio degli asciugamani piuttosto che delle lenzuola.