FERROGRAD®: il rilascio prolungato di ferro per battere l’anemia!

Ferro-Grad è un medicinale a base di solfato ferroso, fa parte del gruppo dei farmaci contro l’anemia.

Ferrograd è un medicinale che riporta i livelli del ferro nel liquido ematico ai livelli fisiologici per quei soggetti che soffrono di alcune forme d’anemia.

Ferrograd: le indicazioni

Ferrograd è consigliato in modo particolare per trattare le seguenti malattie:

  1. Tutte le anemie da mancanza di ferro, per una cura di tipo marziale. E’ il tipo di anemia più comune. Conosciuta anche come anemia sideropenica. Si presenta quando nel corpo non c’è abbastanza ferro, minerale necessario per il trasporto di ossigeno.
  2. Anemia originata da perdite ematiche cronica o acuta. Si verifica quando la perdita di sangue supera la nascita di nuovi globuli rossi. E’ un’altra causa piuttosto comune di anemia. Quando vi è la perdita di sangue l’organismo per riuscire a mantenere i vasi sanguigni pieni chiama acqua, questo porta a diluire e ridurre i globuli rossi. All’inizio il midollo osseo riesce a produrre altri globuli rossi e non portare il corpo in anemia ma prima o poi non è più in grado di colmare la perdita. Ecco che la perdita ematica, cronica o acuta che sia, può provocare anemia.;
  3. Anemia causata da insufficiente apporto di ferro o da un suo insufficiente assorbimento.  In questo caso o il corpo non riesce ad assorbirne le giuste quantità oppure vi è un’introduzione insufficiente di ferro. ;
  4. Anemia indotta da un aumento del bisogno di ferro, ad esempio in caso di gestazione o se si sia in fase di accrescimento;
  5. Anemia causata da qualche patologia di natura infettiva.

Il medicinale e la sua composizioneFerrograd

Le compresse Gradumet del farmaco contengono:

  1. Il principio attivo e il solfato ferroso (essiccato), 329.7 milligrammi, vale a dire 105 mg. di Fe + 2;
  2. Eccipienti: Metilacrilato-metilmetacrilato, Magnesio, Stearato, Povidone, Polietilenglicol 6000;
  3. Soluzione per la ricopertura: Acetoftalato di cellulosa, Polietilenglicol 6000, Etilvanillina, E- 172, Albumina d’uovo, Glicol propilenico, Saccarina, Olio di ricino, Polisorbato 80.

Forme farmaceutiche:

Il prodotto è reperibile in confezioni blister contenenti 40 compresse a rilascio prolungato (Gradumet). Non è invece disponibile come gocce o flaconcini.

Categoria farmaco terapeutica

Il Ferrograd è un medicinale della categoria degli antianemici. Rientrano tra i farmaci antianemici tutti quelli che intervengono nell’organismo per aumentare il numero dei globuli rossi nel sangue e perciò l’emoglobina disponibile. Possono essere usati per vari tipi di anemia ma deve essere sempre il medico a prescriverli, in base al problema e la sua gravità.

L’anemia infatti indica una carenza di globuli rossi, i quali portano a un trasporto di ossigeno minore ai vari organi. Le conseguenze possono essere varie, i sintomi principali dell’anemia sono giramenti di testa, debolezza, svenimento, respirazione difficile.

Gli antianemici come Ferrograd possono appunto curare e/o intervenire in vari casi di anemia. Per esempio se vi è una carenza di acido folico e vitamina B12, ecco che viene prescritto il farmaco giusto.

ControindicazioniFerrograd

Quand’è che non va usato Ferrograd? Si eviti di prendere Ferrograd quando si soffra di una accertata ipersensibilità nei confronti del principio attivo, e cioè del solfato ferroso, oppure anche nei confronti di uno qualsiasi degli altri composti che costituiscono la soluzione ricoprente o degli eccipienti.

Il farmaco è altresì controindicato qualora si soffra di diverticolite all’intestino o anche se si soffra di altre ostruzioni intestinali. Non si deve prendere il ferro se si è soggetti periodicamente sottoposti a trasfusione del sangue. Qualsiasi preparato a base di ferro da assumere per via orale è controindicato se contemporaneo con qualsiasi terapia parenterale anch’essa basata sul ferro.

Precauzioni per l’uso di Ferrograd

Cosa dobbiamo sapere prima di prendere Ferrograd? Come per qualsiasi altro preparato a base di ferro da prendere per via orale, anche questo va conservato al di fuori della portata e della vista dei bambini, pena il rischio di possibili avvelenamenti da ferro accidentali.

Il Ferrograd ha un colore nero che potrebbe rivelarsi come interferenza con il risultato di esami da laboratorio per la ricerca di sangue nelle feci. Solo in pochissime occasioni esami alla resina di guaiaco hanno causato qualche falso positivo per il sangue.

Se occorre assumere un antiacido, sarà necessario evitare di assumere dei preparati orali basati sul ferro dall’ora alle due ore dopo l’assunzione dell’antiacido.

Se bisogna assumere un chinolonico, bisognerà evitare di assumere per via orale le preparazioni basate sul ferro o contemporaneamente ai chinolonici o anche nelle due ore dopo.

Effetti collaterali di Ferrograd

Ferrograd può avere diversi effetti indesiderati, tuttavia bisogna dire che sono piuttosto rari. Può portare infatti a:

Eventuali interazioni con altri medicinaliFerrograd

Quali farmaci o alimenti possono influenzare gli effetti di Ferrograd? Come qualsiasi altro preparato a base di ferro anche Ferrograd induce l’inibizione delle tatracicline a carico del tratto gastrointestinale, così come, al contrario, le stesse tetracicline inducono l’inibizione dell’assorbimento del ferro. Qualora fosse proprio necessario procedere contemporaneamente ad entrambe le cure, si tenga presente che la somministrazione delle tetracicline occorrerà effettuarla prima di 2 ore prima o dopo le 3 ore dopo l’assunzione del preparato a base di ferro per via orale.

Il ferro può indurre una riduzione dell’assorbimento anche nei confronti delle penicillamine. Anche in questa situazione, qualora fosse proprio fondamentale procedere ad entrambe le terapie contemporaneamente, allora si terrà presente che la somministrazione delle penicillamine occorrerà effettuarla o prima delle 2 ore prima o dopo le 2 ore dopo la somministrazione del preparato a base di ferro per via orale.

Una somministrazione contemporanea di farmaci antiacido e di preparati a base di ferro da prendere per via orale potrebbe operare una diminuzione dell’assorbimento del ferro.

Si tenga presente che la contemporanea somministrazione di preparati a base di ferro da assumere per via orale e di chinolonici può indurre un minor assorbimento dei chinolonici, come, per esempio, ciprofloxacina, ofloxacina e norfloxacina, come si potrà notare dalla concentrazione minore dei chinolonici sia nella urina che nel siero.

L’assunzione di preparati a base di ferro da assumere per via orale potrebbeprovocare anche un minore assorbimento della metildopa e, in caso di soggetti con ipotiroidismo primario, anche l’assorbimento della tiroxina.

Ferrograd: le avvertenzeFerrograd

Prima dell’assunzione di Ferrograd è importante sapere che l’uso in gravidanza o allattamento non viene per niente sconsigliato dalla letteratura internazionale. Infatti la letteratura non comunica di alcun effetto indesiderato per le donne incinte o per le mamme in allattamento né per i neonati. Così come alcun effetto collaterale indesiderato è descritto circa la capacità di usare macchinari o guidare autoveicoli o l’attenzione.

Modo d’uso e posologia

Come va utilizzato Ferrograd? Qual è la posologia? Per i ragazzi di dieci anni o più la posologia è di una compressa al giorno. Va deglutita intera.

Cosa fare se si fossero assunti dosaggi eccessivi di Ferrograd? I sintomi di eventuali tossicità grave potrebbero palesarsi tardivamente qualora il ferro venga assunto sotto forma di compresse a rilascio controllato. Nei casi di intossicazioni acute da ferro il primo sintomo a manifestarsi sarebbe un aumento della permeabilità della rete dei capillari, successivamente una ipovolemia plasmatica, poi ancora un aumento della gettata cardiaca ed anche alcuni improvvisi collassi cardiovascolari.

Alcune curiosità su Ferrograd

  • Ferrograd fa bene ai capelli? Non è tanto il discorso che Ferrograd fa bene ai capelli ma quanto piuttosto che l’anemia può provocarne la caduta. Ristabilendo il corretto apporto di ferro, ecco che la chioma può tornare in salute.
  • Occorre la ricetta medica? La ricetta del medico vi permette di non pagare il medicinale, ma non è necessaria. Tuttavia sconsigliamo l’uso di ferrograd e qualsiasi altro medicinale se non è stato il medico a prescriverlo.
  • Esiste solo in compresse? Si, non può essere assunto in altro modo.
  • Devo prenderlo a digiuno? Dipende dal caso specifico, può essere preso a stomaco pieno o vuoto.