Aureomicina, come usare il meglio da questo medicinale contro le infezioni della pelle

Che cosa è l’aureomicina, quali sono le sue indicazioni terapeutiche e che cosa dovreste sapere prima di utilizzare questo unguento.

Aureomicina è un farmaco a base di clorotetraciclina cloridrato, e riconducibile alla classe degli antibiotici delle tetracicline. Viene utilizzato soprattutto per il trattamento di infezioni della pelle determinate da batteri, che favoriscono la formazione di pus. In commercio, è disponibile sotto forma di unguento per adulti.

Il principio attivo di Aureomicina è la clorotetraciclina cloridrato 30 mg (tetraciclina). Sono comunque presenti altri componenti come la vasellina bianca e Ianolina anidra.

aureomicina

Controindicazioni sull’uso di Aureomicina

Aureomicina è un medicinale generalmente ben tollerato, ma è opportuno non fruirne se – ovviamente – si è allergici alla clorotetraciclina cloridrato. E’ inoltre sconsigliato in caso di allergia a qualsiasi tetraciclina o a uno degli altri componenti che sono indicati nel foglietto illustrativo di questo medicinale.

Cosa bisogna sapere prima di usare Aureomicina

Essendo un antibiotico, anche Aureomicina può favorire la formazione non controllata di batteri che non sono sensibili a questo farmaco. Pertanto, nell’ipotesi in cui il paziente dovesse rendersi conto che sta sviluppando una nuova infezione che si aggiunge a quella già in essere, sarà opportuno parlarne con il proprio medico. Sarà così possibile individuare una terapia appropriata per questa situazione in divenire.

Aureomicina nei pazienti sotto i 18 anni

Aureomicina non è indicato per i bambini e per i giovani di età inferiore ai 18 anni. Su questa popolazione, infatti, la sicurezza e l’efficacia del medicinale non sono state sufficientemente testate.

aureomicina

Aureomicina in gravidanza e in allattamento

Le donne che sono incinta, che pensano di essere incinta o che stanno pianificando una gravidanza, dovrebbero condividere con il proprio medico se sia o meno il caso di usare questo medicinale. In linea di massima, sarebbe opportuno utilizzare tale farmaco esclusivamente nei casi di effettiva necessità. E, comunque, sotto la stretta supervisione del proprio medico di riferimento. Le stesse valutazioni possono effettuarsi nel caso in cui si stia allattando al seno.

Come usare Aureomicina

Il medicinale deve essere assunto seguendo attentamente le indicazioni del proprio medico di riferimento o, in sua assenza, del farmacista (il farmaco può essere acquistato senza prescrizione). La dose raccomandata dipenderà dalla natura e dall’intensità dell’infezione da combattere, e sarà generalmente rappresentata da una o più volte al giorno, secondo le indicazioni del medico.

L’utilizzo, come ogni unguento, è piuttosto semplice, ma bisognerà fare attenzione a usare una garza sterile per la sua applicazione. Nel caso in cui ci si dimentichi di utilizzare Aureomicina come da indicazioni del proprio medico, sarebbe opportuno non utilizzare una doppia dose per poter compensare quella dimenticata.

Quali sono gli effetti indesiderati di Aureomicina

Anche se è generalmente ben tollerato, anche questo medicinale potrebbe causare degli effetti indesiderati. Sebbene solo una minoranza delle persone li manifestino, sarebbe opportuno interrompere il trattamento e parlare immediatamente con il proprio medico nel caso in cui si riscontrino reazioni allergiche che si possono manifestare con irritazione e senso di bruciore.

Per maggiori informazioni sugli utilizzi di questo farmaco, vi consigliamo di rivolgervi al proprio medico di base di riferimento e al dermatologo, che sapranno certamente indicarvi ogni specificità terapeutica sulla sua corretta fruizione, o indicarvi delle cure alternative per la vostra infezione.